cannelloni ripieni con carciofi e salsiccia…


Ecco che all’ultimo giorno disponibile finalmente proponiamo il nostro piatto unico con cui partecipiamo al concorso di Burro e Miele.

Ingredienti:

  • cannelloni
  • quattro bei carciofi
  • quattro salsicciotti (noi abbiamo usato quelli di Tarano)
  • 250 gr. di ricotta
  • mezza cipolla

Preparazione:

  1. rosolare in padella la mezza cipolla tritata finemente con le teste dei carciofi e i gambi tagliati a pezzi piccoli.
  2. dopo la rosolatura iniziale sfumare con del vino bianco, aggiungere mezzo bicchiere d’acqua, una o due prese di sale e coprire con un coperchio.
  3. in una padella a parte disfare la salsiccia e lasciarla rosolar qualche minuto senza aggiungere niente.
  4. una volta che i carciofi sono cotti a sufficienza frullarli insieme alla ricotta
  5. ottenuta una crema della consistenza gradita aggiungere la salsiccia disfatta. Il ripieno è pronto!
  6. portare a ebollizione 4 litri d’acqua, salarla e scottarci i cannelloni per tre  minuti.
  7. ora si può cominciare e riempirli.
  8. una volta riempiti tutti ungere il fondo della pirofila con un filo d’olio e riporre dentro i cannelloni uno di fianco all’altro.
  9. irrorare fino a coprirli tutti con della besciamella, spolverare con qualche manciata di formaggio grana grattugiato e poco pangrattato.
  10. infornare a 200°C fino a che saranno dorati per bene.
  11. sfornare e servire…..buon appetito!

Note:

per la pulizia dei carciofi rimando all’ottima guida di Sonia di Giallozafferano

per la besciamella si può seguire la nostra ricetta (No, non compratela pronta! :))

con questa ricetta partecipiamo al contest Piatti Unici di Burro e Miele.

vino consigliato: Lugana i Frati

 

cavolfiore gratinato…


Cavolfiore gratinato…le nostre sperimentazioni…heheh.. 🙂

Ingredienti:

  • 1 cavolfiore
  • 2 patate
  • 1/2 litro di balsamella
  • formaggio grattugiato a piacere

Preparazione:

  1. cuocere a vapore il cavolfiore e lessare le due patate
  2. tagliare tutto a pezzi e riporre in una teglia
  3. cospargere con la balsamella e il formaggio grattugiato in quantità a piacere
  4. infornare a 180 gradi per una ventina di minuti
  5. servire! 😀

buon appetito!

balsamella…


Ecco qui per la serie “Preparazioni di base” (anche noi prima o poi dovevamo arrivarci!!!) la balsamella!!

La ricetta numero 137 nel ricettario di Pellegrino Artusi…l’equivalente della béchamel dei Francesi. 🙂 noi l’abbiamo fatta così..

Ingredienti:

  • Farina 50 grammi
  • burro 50 grammi
  • 1/2 litro di latte
  • sale
  • pepe
  • noce moscata

Preparazione:

  1. sciogliere il burro in un tegame
  2. aggiungervi la farina setacciata (ancora meglio setacciarla sopra il burro fuso) e mescolare in modo da sciogliere i grumi
  3. una volta ottenuto un impasto uniforme giallo ocra cominciare ad aggiungere il latte a filo continuando a mescolare
  4. aggiunto tutto il latte lasciar addensare a piacere
  5. aggiungere ad ultimo una bella macinata di pepe, noce moscata e sale a piacere.
  6. et voilà!

Così riporta Pellegrino Artusi nel suo La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene:

Questa salsa equivale alla béchamel dei Francesi, se non che quella è più complicata. Ponete al fuoco in una cazzaruola una cucchiaiata di farina e un pezzo di burro del volume di un uovo. Servitevi di un mestolo per isciogliere il burro e la farina insieme e quando questa comincia a prendere il colore nocciuola, versateci a poco per volta mezzo litro di latte del migliore, girando continuamente il mestolo finché non vedrete il liquido condensato come una crema di color latteo. Questa è la balsamella. Se verrà troppo soda aggiungete del latte, se troppo liquida rimettetela al fuoco con un altro pezzetto di burro intriso di farina. La dose è abbondante, ma potete proporzionarla secondo i casi. Una buona balsamella e un sugo di carne tirato a dovere, sono la base, il segreto principale della cucina fine.

🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: