Insalata di baccalà, arance e finocchio.


SCARICA QUESTA RICETTA IN PDF!

Siamo all’inizio del periodo natalizio, e in viagenovaquaranta cominciamo le prove per una cena di natale originale: un secondo tutto siciliano che abbina il gusto deciso del baccalà con quello fresco dell’arancia e del finocchio. Ecco come prepararlo:

Ingredienti:

  • 400 g baccalà (da lasciare in acqua per qualche giorno)
  • 2 arance
  • 1 finocchio
  • prezzemolo q.b.
  • olio e sale q.b.
  • succo di un limone
  • peperoncino a piacere

Preparazione:

  1. Far bollire abbondante acqua in una pentola capiente;
  2. nel frattempo lavare il baccalà e togliere la pelle;
  3. cuocere per 15-20 minuti;
  4. far raffreddare e poi pulirlo bene dalle lische e dividerlo in bocconcini;
  5. lavare e mondare le arance e il finocchio;
  6. tagliare il finocchio e un’arancia a tocchetti lasciando da parte l’altra da tagliare a fette;
  7. mettere i bocconcini di baccalà, i tocchetti dell’arancia e del finocchio in un’insalatiera;
  8. condire con olio, sale a piacere e il succo del limone;
  9. aggiungere il prezzemolo tritato e il peperoncino;
  10. se piacciono stanno molto bene anche delle olive nere al forno snocciolate e tagliate a fettine;
  11. mescolare bene tutto e servire in un piatto da portata decorando con le fette ricavate dall’altra arancia.

alla prossima!

viagenovaquaranta.

Note: con con questa ricetta inauguriamo la collaborazione della nostra rappresentante siciliana Emanuela G.

Annunci

insalata di arance rivisitata…..


Tipico esempio della sana cucina “povera” dei contadini d’un tempo, questa insolita insalata (di volta in volta primo piatto, contorno ai formaggi e alle uova, intermezzo, colazione, merenda) va adottata senza indugi dai naturisti e dai crudisti per la sua leggerezza e la sua ricchezza di elementi vitali. Si usano delle grosse arance dolci e ben mature, possibilmente dalla buccia fina, e della varietà sanguigna. Dopo averle sbucciate e pelate della pellicina bianca (pelatura a vivo), si tagliano a fette tonde e sottili, si privano dei semi e si adagiano in una pirofila. Si condisce con succo di limone emulsionato con olio extravergine d’oliva, sale integrale fino, aglietto tritato abbondante, qualche pizzico di zenzero in polvere, qualche rondella di cipolla dolce tagliata sottilissima, alcuni pezzetti di olive nere e di acciughe sott’olio, pinoli e noci, semi di finocchio tritati e prezzemolo tritato sottile affinché sprigioni il suo aroma…é bene prepararla qualche ora prima così che  i sapori si amalgamino..Gustatela..è appettitosa e stuzzichevole!

Con questa insalata partecipiamo al Contest per Bene del blog “oggi pane e salame, domani…”

Questo è un contest diverso dal solito; l’obiettivo è sensibilizzare e creare una raccolta di ricette pensate apposta per aiutare  le donne colpite da una dolorosa malattia femminile poco conosciuta e purtroppo molto diffusa: l’endometriosi. L’alimentazione è di fondamentale importanza per le donne colpite da questa malattia e ci sono degli alimenti che si devono evitare per ridurre i dolori derivanti da essa.

Genericamente si devono evitare: latticini, carne rossa, caffeina, alcool, cioccolato, grassi saturi, burro e margarina, bevande ad alto contenuto di zucchero, carboidrati raffinati, olii vegetali. Insomma bisogna ridurre drasticamente l’assunzione di grassi animali e vegetali. Via libera invece ad alimenti come: cereali integrali, pasta, riso, legumi, tonno, pesce azzurro, noci (ricche di vitamina B6 utile nel controllo degli estrogeni) e verdure.

Qui alcuni link utili: A.P.E. Onlus, A.I.E, Endometriosi Wikipedia, Endometriose.

inoltre partecipiamo anche al contest gli agrumi de il ricettario di cinzia.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: