risotto ai funghi porcini


SCARICA QUESTA RICETTA IN UN PDF STAMPABILE!

Oggi risotto….ai porcini! Abbiamo pensato di utilizzare una varietà non troppo diffusa: il riso Baldo. Il Baldo è un riso superfino dai chicchi grandi e allungati che tiene bene la cottura e rilascia poco amido. Ottimo per i risotti e le insalate di riso.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cipolla
  • olio q.b
  • burro 60 grammi
  • 1 lt brodo vegetale
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • riso baldo 300 gr.
  • funghi porcini freschi 300 gr. o secchi (se secchi vanno messi a bagno per un tempo sufficiente: almeno 40-50 min.)
  • peperoncino a piacere

Preparazione: 

  1. preparare il brodo con verdure scelte da voi secondo i gusti (se possibile evitare il dado);
  2. preparare un soffritto con un fondo d’olio d’oliva extravergine, 30 gr. di burro, la cipolla tritata finemente e il peperoncino in quantità a piacere;
  3. aggiungere al soffritto (la cipolla non deve essere dorata) il riso e far scottare per qualche minuto;
  4. aggiungere i funghi porcini mondati e tagliati a tocchetti e scottare per un minuto;
  5. sfumare a fiamma alta con un bicchiere di vino bianco;
  6. una volta evaporato il vino abbassare la fiamma e aggiungere un mestolo di brodo (che manterrete caldo su una fiamma bassa);
  7. man mano che il riso assorbe il brodo aggiungerne altro un mestolo per volta fino ad ultimare la cottura (circa una mezz’ora: assaggiate comunque il riso di tanto in tanto);
  8. ultimata la cottura spegnere il fuoco e mantecare con il resto del burro e del parmigiano grattugiato;
  9. lasciar riposare qualche minuto e servire.
  10. buon appetito!

Note: si può servire con un pugno di prezzemolo tritato o anche una spolverata di pepe.

alla prossima,

viagenovaquaranta.

risotto con germogli di luppolo selvatico e carletti…(bruscandoli e sciopet)


Una ricetta regionale… 🙂

Ingredienti:

  • bruscandoli (quanti ne avete..più sono meglio è)
  • sciopet (idem come sopra)
  • riso carnaroli 100 gr. a presona
  • olio
  • cipolla
  • brodo vegetale
  • burro
  • grana padano grattugiato

Preparazione:

  1. stufare il luppolo e i carletti in una pentola abbastanza grande da contenerli
  2. preparare un soffritto con mezza cipolla tritata fina
  3. tostare il riso un minuto con il soffritto
  4. aggiungere le erbe stufate e far rosolare due minuti
  5. aggiungere il brodo man mano che serve per una mezz’ora (vedere il tempo di cottura per il riso che usate)
  6. una volta pronto mantecare con una noce di burro e abbondante grana grattugiato..
  7. buon appetito! 😀

alla prossima,

viagenovauquaranta.

Note: nella foto vedete in azione la casseruola 2 maniglie di Ballarini. Si è rivelata ottima per la cottura del risotto; il suo spessore permette al calore di essere uniforme in tutta la superficie. Da provare!

riso venere al radicchio rosso e funghi porcini…


Non abbiamo resistito e subito abbiamo voluto testare qualche prodotto di Ballarini….abbiamo pensato ad un risotto..col radicchio e i funghi porcini. 🙂

Ingredienti:

  • una cipolla
  • un radicchio rosso di Chioggia
  • olio extravergine d’oliva
  • brodo vegetale 1 lt circa
  • funghi porcini in quantità a piacere
  • 500 gr. di riso venere

Preparazione:

  1. preparare un soffritto con la cipolla (a piacere aggiungere anche peperoncino)
  2. aggiungere il radicchio, due mestoli di brodo e chiudere con un coperchio e lasciar cuocere così per qualche minuto
  3. aggiungere il riso e tostarlo per bene unno o due minuti
  4. aggiungere i funghi porcini tagliati a tocchetti
  5. sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco
  6. aggiungere il brodo man mano che viene assorbito fino a cottura ultimata
  7. servire con una spolverata di pepe bianco
  8. Buon appetito! 😀
  9. vino consigliato: Pecorino

Con questa ricetta partecipiamo al Contest per Bene del blog Oggi pane e salame, domani…

La casseruola di Ballarini ha superato la prova. Eccellente. Lo spessore contribuisce al mantenimento della temperatura ad un livello costante durante la cottura del riso. Il rivestimento antiaderente è molto resistente e di facile pulizia. Consigliata.

Alla prossima ricetta,

Viagenovaquaranta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: