pasta con le sarde… semplice e squisita!


Oggi vi presentiamo una bella (e buona!) idea per un piatto di pasta semplice, veloce e squisito..la pasta con le sarde! Vediamo come fare..

Ingredienti:

  • Pasta consigliata: rigatoni, mezze penne, maccheroni.
  • 400 gr. di sardine freschissime
  • 1 o 2 spicchi d’aglio secondo i gusti, tritato fine (o se preferite: cipolla)
  • 4 o 5 filetti di acciughe sottolio
  • 30 grammi di pinoli (anche meno..)
  • uva sultanina ammollata in acqua: un pugnetto.
  • un mazzetto di finocchietto selvatico

Preparazione:

  1. Pulire le sardine eliminando testa, coda e lisca. Infilando il pollice nella cavità addominale e spingendo verso la coda, ogni sardina si sfiletterà facilmente prima da un lato, poi dall’altro e le lunghe spine vicine alla zona dell’addome, si staccheranno restando tutte assieme. Lavarle e lasciar scolare bene.
  2. Preparare 3 o 4 cucchiaiate di pangrattato facendolo tostare in padella con 2 cucchiai d’olio d’oliva, mescolando sino a che prende colore di pane ben cotto. Dopo ciò, trasferire subito in una ciotola per evitare che bruci in padella per il calore del fondo
  3. Se di gradimento, si può usare un po’ di olio piccante o peperoncino nel soffritto che prepareremo con l’olio d’oliva, ove metteremo dapprima i pinoli affinché dorino un poco; poi aggiungeremo le acciughe, l’aglio tritato ed il tenero dei finocchietti tritati grossolanamente (le parti dure e i rametti, verranno fatti bollire nell’acqua salata per aromatizzare la pasta in cottura che dovrà restare al dente, e poi eliminate), e le uvette.
  4. Lasciar cuocere un poco fino a che gli ingredienti saranno amalgamati per bene a formare un composto che se troppo denso, andrà diluito con pochissima acqua aromatizzata di cottura. Aggiungere per ultime le sarde e ultimare la cottura..Versare la pasta cotta al dente nel condimento e servire spolverizzata col pangrattato precedentemente preparato. (Buonissima!..sia calda, che fredda)

Variante:

Si può usare la cipolla al posto dell’aglio (nel caso, la cipolla ben tritata deve essere praticamente cotta quando si aggiungono le sardine, perché queste si disfano dopo pochissima cottura) e si può aggiungere 1 bustina di zafferano sciolto in poca acqua, nella salsa alla fine della preparazione.

Abbinamento: Con questo piatto possiamo abbinare un buon Insolia siciliano.

Annunci

Sarde in Saor


Innanzitutto auguri a tutti! Eccoci di nuovo qui in viagenovaquaranta! Dopo una breve pausa natalizia siamo tornati con una ricetta che abbiamo preparato nei giorni di festa…le sarde in saor!

Ecco qui tutte le informazioni che vi serviranno per preparare questo delizioso piatto veneziano:

Ingredienti (6 persone se un secondo; più persone se servito come antipasto):

  • 1 kg. Sarde fresche
  • 60 gr. Pinoli
  • 60 gr. Uva sultanina
  • 4 cipolle grosse (circa 900 gr.)
  • Aceto di vino bianco 3 bicchieri
  • farina
  • olio di oliva
  • sale

Lavorazione:

Per prima cosa mettere a bagno l’uva sultanina per averla pronta al momento di utilizzarla.

Pulire accuratamente le sarde, eliminando squame e interiora (le nostre erano grandi e abbiamo levato anche la testa e la coda)

Lavarle bene con acqua corrente e passarle sulla farina dopo averle sgocciolate per bene.

Versare un fondo di olio d’oliva in una padella, rosolare il pesce da entrambe le parti e posarlo infine su della carta assorbente; salare quanto basta.

Affettare le cipolle e metterle ad imbiondire in poco olio; unire due bicchieri d’acqua e dopo dieci, quindici minuti aggiungere due bicchieri di aceto di vino bianco e far bollire per qualche minuto.

Ultimata la cottura delle cipolle sistemare a strati alternati in una terrina o in una pirofila, le sarde e le cipolle, aggiungendo l’uva e i pinoli.

Irrorare poi con l’aceto caldo delle cipolle, mettere un coperchio al recipiente e sistemare in un luogo fresco (non necessariamente in frigorifero) per un giorno o due prima di servire.

buon appetito!! 😀

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: